Festa di Santa Felicita e Perpetua il 7 marzo

 Quest'anno, contrariamente alla tradizione che vuole che le patrone Santa Felicita e Perpetua si festeggino il 6 marzo ( e cioè il giorno precedente alla ricorrenza liturgica), le celebrazioni si svolgeranno il 7 marzo essendo sabato per favorire un maggior afflusso di gente.  A partire dalle 9 saranno presenti due sacerdoti e ci si potrà confessare mentre la Santa Messa solenne verrà con celebrata alle 10. da don Andrea Forni e don Giovanni Perini. Se il tempo lo permetterà si svolgerà la processione.  Si raccomanda comunque ai fedeli di attenersi alle norme legate all'emergenza coronavirus: mantenere un metro di distanza dagli altri fedeli, non stringere mani, tossire o starnutire  nei propri gomiti.

 

Due cenni storici: Perpetua e Felicita furono due martiri che vissero a Cartagine ( l'attuale Tunisi) nel secondo secolo dopo Cristo.  Perpetua era una matrona romana e Felicita la sua serva: convertite al cristianesimo, furono condannate a morte  per il loro rifiuto di abiurare la fede cristiana. Furono uccise prese a cornate da una giovenca, ma la tradizione giunta fino a noi vuole che il martirio avvenne al secondo tentativo mentre al primo, il toro che doveva essere il loro carnefice, si ammansì ai loro piedi. La statua delle Ss. Felicita e Perpetua nella chiesa di Succisa le ritrae appunto con un toro ammansito al loro cospetto

© 2020 Your Company. All Rights Reserved. Designed By JoomShaper

Main Menu